LAVORI IN CORSO

PAESAGGIO URBANO, MA VISTO IN SEZIONE

Un lavoro sul paesaggio urbano può essere organiz-zato in due modi. Percor-rendo liberamente  il terri-torio e lasciandosi attrarre dagli scenari che meglio fan-no vibrare la propria sen-sibilità che assume il ruolo di guida e filo conduttore del lavoro; oppure con una fer-rea traccia che sfida e stimola tale sensibilità.

Qui il percorso della linea 1 della metro che taglia (sezio-na) la città secondo due assi a 90 gradi che si raccordano nel centro urbano, in corri-spondenza della storica sta-zione ferroviaria.

Come cambia il volto della città, il paesaggio urbano dunque, lungo questo asse che va da una periferia ad un’altra facendo perno sul centro?

Sto cercando di rendere que-ste trasformazioni soprattutto in termini di tipologia edilizie e stradali, oltre che di spazi e atmosfere, adottando uno sguardo architettonico fatto di prospetti  (es. qui sotto, Porta Nuova) e fughe centrali (es. a lato) spostando l’asse di ripresa secondo angoli retti.

E di fatto così ricalcando la struttura ortogonale dell’o-riginario impianto romano della città.

HOME.html
HOMEHOME.html